Per i familiari

Per  i familiari (mogli, mariti, figli, o genitori a carico) è in genere impossibile vivere nel grave disordine generato dal disturbo e dalle dinamiche relazionali conseguenti senza esserne toccati emotivamente e talvolta fisicamente.

One Thought on “Per i familiari

  1. claudia on 8 settembre 2015 at 22:50 said:

    Sono figlia di una madre sofferente da disposofobia che ha creato all’interno della famiglia forti sofferenze perché il disturbo e sempre stato relegato all’interno della casa ed è rimasto a carico dei famigliari. La nostra realtà famigliare non è mai stata presentabile alla esterno a causa di questo problema, il medico di famiglia più volte interpellato ha sempre sostenuto l assenza di alcuna patologia senza dimostrare interesse di approfondimento. Noi figli abbiamo subito fino ad oggi il problema; con nostra madre alla soglia degli 80 anni e con un ulteriore grande sforzo per far interessare assistenti sociali e giudici tutelari siamo riusciti ad ottenere la sua tutela che è andata ad un avvocato. Adesso assistiamo alla semplice gestione economica del genitore. È stato operato lo svuotamento di una casa magazzino che mia madre aveva creato senza avviso e senza prepararla tanto che questo è stato causa di un grande stress da parte del genitore che ha visto la cosa come uno strappare una parte di sé stessa. La sensazione è quella di essere in balia oltre che della situazione anche di persone poco preparare a gestire una patologia come questa se non anche poco interessate alla persona in quanto tale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.